Visualizzazioni totali

martedì 16 dicembre 2014

Panettone Malafronte, a Gragnano ,si premia la solidarietà





Il panettone è un'arte unica che per tradizione accompagna in Italia le festività natalizie. A Gragnano ,il panificio Malafronte, che vanta un secolo di cultura gastronomica, l'ha trasformato in arte, partendo dall'impasto, morbido e profumato, grazie alla scelta accurata delle materie prime utilizzate e il sapore dolce e naturale dei canditi creati in casa. La storica azienda gragnanese risale al 1906, oggi a portare avanti la tradizione sono Ciro Malafronte, con i figli Adriano, Daniele e Massimiliano. Il punto vendita in via Castellammare, strada principale di accesso a Gragnano, è un caldo invito a gustare al meglio il grano in tutte le sue trasformazioni ed evoluzioni, dal dolce al salato, dal pane ai biscotti. Ed in questo periodo naturalmente il Panettone è l’indiscusso protagonista. L’addetto ai panettoni è Massimiliano Malafronte, che negli ultimi anni, con il fratello minore Adriano, si è dedicato al confronto su farine e derivati, alla ricerca di materie prime da abbinare al grano e prodotti unici che potessero esaltare i sapori in modo genuino.

“Quest’anno, dal 1 al 30 dicembre – spiega Daniele Malafronte, direttore amministrativo del Panificio Malafronte di Gragnano – nel rispetto della tradizione e con spirito di solidarietà, abbiamo abbinato alla vendita dei panettoni una raccolta di beneficenza per l’associazione E ti porto in Africa, per il completamento dei lavori di un orfanotrofio con 300 posti letto e centro medico per bambini in Costa D’Avorio. L’obiettivo è abbinare ai sapori buoni e genuini dei nostri prodotti, sentimenti sani e gesti di bontà che in questo caso vadano addirittura oltremare”.

INGREDIENTI PER 40 PANETTONI
IMPASTO MATTUTINO:
farina kg 7,5
zucchero kg 2
tuorlo d'uovo kg 2
burro extra kg 3
lievito naturale kg 2
acqua 4 litri
IMPASTO SERALE:
farina kg 3
zucchero kg 2
miele 0,5 kg
burro kg 2,5
tuorlo d'uovo kg 3
latte intero kg 0,5
pasta d'arancio kg 0,5
vainiglia pura
uva sultanina kg 5,5
cubetti d'arancia 2,5 kg
cubetti di cedro 1,5 kg
PREPARAZIONE:
L’impasto dei panettoni si divide in due fasi, dopo aver opportunamente rinfrescato il lievito naturale, si procede all’impasto serale ore 18.00. S’impasta dunque lievito naturale, farina, acqua e zucchero. Una volta che tutto è stato assorbito, lentamente si aggiungono i tuorli in più riprese. Quando la quantità di tuorli è stata assorbita si inizia ad aggiungere il burro morbido fino al completo assorbimento. Alla fine l’impasto si lascia lievitare in cella a temperatura moderata per 10-12 ore. Alle 5.00 del giorno dopo si passa ad impastare quanto in fase serale ha lievitato con la farina, fino a quando è abbastanza compatto. Man mano si aggiungono, alternando, zucchero e tuorli fino al completo assorbimento. Si aggiungono: sale, aromi e burro fino al completo assorbimento, facendo diventare l’impasto morbido a corda, alla fine si aggiungono l’uvetta e la frutta candita, giusto il tempo della completa distribuzione nell’impasto. A questo punto si lascia lievitare l’impasto in camera calda per circa 90 minuti, poi si fanno le porzioni per porle negli appositi stampi di carta e si rimettono a lievitare in camera calda per ancora 4 ore circa.
Alla completa lievitazione si glassano e si infornano in forno caldo per circa 70 minuti. All’uscita del forno i panettoni si infilzano con appositi spilloni e si lasciano raffreddare capovolti fino al giorno seguente, per poi passare alla fase di confezionamento.

Paccheri con Baccalà "Ricetta AdHocStabia"-Premia La Tradizione"

AdHocStabia-Premia la tradizione, invitando le blogger d'Italia ad inviare all'e-mail:
info@gustomediterraneo.it  link del blog dal 15 al 27 Dicembre,con foto e descrizione di una ricetta della tradizione natalizia del proprio territorio di origine con titolo:"Ricetta AdHocStabia-Premia la Tradizione".La più particolare sarà premiata la sera del 30 Dicembre alle ore 20 con il taglio del nastro della Notte Bianca,con un ampio cestino di leccornie ed una targa ,per poi salutare il 2014 e dare il benvenuto al nuovo anno con il concerto di musica classica. A Castellammare di Stabia Notti Bianche ADHOCSTABIA,giorno 23 e 30 Dicembre dalle ore 20 alle 0re 2 si rivive la tradizone del mercato ittico Stabiese,con concerto Gospel,musica classica ,pizza Napoletana ,Baccalà fritto ,frittele dolci e panettone.Il tutto ricordando le tradizioni Stabiesi di Immacolata e festeggiamenti del Santo Patrono.
 
In Campania in questi giorni a farla da padrone sulle tavole imbandite a festa per grandi cenoni e pranzi abbondanti c'è il Re Baccalà. Perché il Baccalà soprattutto nei giorni di Natale? Per la chiesa soprattutto in passato le vigilie erano di magro quindi la richiesta di pesce era tanta da non soddisfare la popolazione Campana e quindi si ricorreva a pesce conservato come Baccalà o Stoccafisso .Il Baccalà nasce come pesce povero ,ma dalle mille ricette da poter fare con esso. Tradizione delle mie zone vuole il Baccalà, il 24 Dicembre e il 31 obbligatorio  a tavola per i cenoni ,c'è chi lo fa fritto,chi in cassuola,chi lesso ,la tradizione non va persa .Questa che posto nel blog è una delle ricette che uso fare per il cenone di San Silvestro. Navigando in internet ho trovato un proverbio che mi ha fatto sorridere anche se anche un po' arrabbiare. Possibile che le donne ci vanno sempre di mezzo???"Femmene, cane e baccalà, p’essere bbone s’anna mazzià”.Perché proprio le Femmene??? E perché i cani??? Il Baccalà renderlo malleabile con le botte di una mazza va benissimo,ma per quanto riguarda le Femmene e i cani ,proprio no.
Passiamo alla ricetta tanto facile, ma tanto gustosa.
Per 4/5 persone
INGREDIENTI:
500 g pasta (formato Paccheri)
400 g di Baccalà (Mussillo)
6 pomodorini
3 cucchiai di olio evo
1 bicchierino di vino bianco
1 spicchio di aglio
pepe q.b.
sale q.b.
...........................................................
Lessare il Baccalà ,sminuzzarlo in briciole.In un tegame capiente,versare l'olio e l'aglio,togliere quest'ultimo quando sarà imbiondito. Aggiungere il baccalà ,rosolare ,versare il vino ,far sfumare per qualche minuto. Unire i pomodorini ,il pepe e il sale facendo attenzione alla sapidità in quanto il baccalà è già abbastanza salato.Quando i paccheri saranno  cotti al dente, versarli nel tegame con il condimento e girare il tutto affinché la pasta sposi il sugo.
Buon Appetito!!!

giovedì 11 settembre 2014

Il 12 Settembre a Volla,Pizza Fiocco Show..

Martedì 9 Settembre alla sede ConfCommercio Imprese per l'Italia della provincia di Napoli è stato presentato l'evento " Pizza Fiocco Show".. Perché "Pizza Fiocco Show"? La Ascom ConfCommercio Volla, le Officine delle idee ,il Consorzio Consvip insieme ai fratelli Susta della pizzeria Shekkinah ,inventori della Pizza Fiocco hanno ideato questo grande evento .Circa 100 corsisti disoccupati e inoccupati che hanno frequentato un corso gratuito presso lo Shekkinah ,giorno 12 Settembre al Centro Futurama di Volla,si sfideranno tra loro per la miglior pizza Fiocco. Il fine di questi corsi è quello di creare delle vere opportunità lavorative sfruttabili in tutto il mondo. I fratelli Susta docenti dei corsi ,associati Ascom ConfCommercio ,si contraddistinguono per professionalità e qualità e nella scelta di prodotti dop. che utilizzano per dare alle loro pizze più gusto e sapore. Pizze speciali che creano dipendenza. Durante l'evento che si terrà il vincitore sarà premiato oltre che con un premio anche con uno stage retribuito presso la nuova struttura che si aprirà a breve al Centro Futurama. La serata del 12 Settembre, al Centro Futurama di Volla dalle ore 19, sarà ricca di divertimento, oltre la sfida dei corsisti, saranno presenti artisti di strada e Peppe Accardo direttamente da Radio Marte. Allora che dire: " In bocca al lupo ai corsisti e grazie a chi ha ideato questo grande evento".

Ristorante Pizzeria Shekkinah
Via Filichito ,102
80040 Volla (Na)
tel: 081-7741362

Centro Futurama
Via San Giorgio,76
80040 Volla (Na)

sabato 6 settembre 2014

Pizza Village a Napoli....



A Napoli al Pizza Village ,lungomare Caracciolo, fino al 7 Settembre ,l'evento più atteso della stagione, il Pizza Village, la pizzeria all'aperto più grande del mondo.
Il maxi evento organizzato dall'associazione Pizzaioli Napoletani. Il pubblico ha assistito alla competizione sulle tribune dello" Stadio della Pizza "alla Rotonda Diaz, di 500 pizzaiuoli concorrenti, per il trofeo mondiale Caputo, venuti da ogni parte del mondo per la sfida all'arte bianca.Ci sono stati in palio ben otto titoli, uno per ogni categoria.


Il vincitore del Trofeo Caputo pizza STG della 13 edizione si chiama Valentino Libro, proclamato il 4 Settembre, dopo 2 giorni di competizioni.Il nuovo campione mondiale dei pizzaioli è di Marano, della provincia di Napoli, ha 28 anni e da 15 anni è pizzaiolo e oggi lavora in una pizzeria a Quarto"KEVUO' ".
 



Gli altri premi: per la pizza classica ,la Giapponese Mayo Ora; per la pizza di stagione Angelo Romolo; per la pizza in pala (a metro) Salvatore Lionello; per la pizza in teglia Antonio Trivento; per la pizza acrobatica Eros Segato;Pizzaiuolo junior Giancarlo Giustiniani; trofeo delle Nazioni Paul Mag; premio Rosso Pomodoro Vincenzo Capuano.Dulcis in fondo ,la torta della pasticceria Sabatino Sirica.

ARTICOLO E FOTO DI Dora Chiariello

lunedì 25 agosto 2014

Dal 13 al 15 Ottobre a Napoli il I Mediterranean Cooking Congress



Mediterranean Cooking Congress è un progetto ideato dalla società By Tourist ,specializzata in editoria e comunicazione nel settore del turismo marittimo e gastronomico attraverso i marchi registrati 30Nodi e Gusto Mediterraneo. Nell'ambito dell'operatività aziendale e la continua interazione con società leader nei settori di riferimento, il team della By Tourist ha messo in campo una serie di iniziative finalizzate alla promozione del territorio campano, del Sud Italia e della Nazione stessa, puntando a rafforzare gli interscambi commerciali, delle aziende Italiane,con le varie regioni, l'export in Europa ed appunto nel Mediterraneo. E' da questa visione che nasce l'idea di un Congresso di Cucina Mediterranea, con la partecipazione attiva di chef stranieri e chef Italiani, rinomati e competenti in termini di materie prime e conoscenza dei territori di origini, affiancati nel confronto congressuale da un sociologo e un antropologo. Al Congresso sono state invitate a partecipare le associazioni di cuochi del territorio nazionale, istituti alberghieri e Scuole di Cucina Professionali Italiane e straniere, produttori Italiani e stranieri ,importatori e distributori Italiani e stranieri.

Obbiettivo: Tutelare l'identità per essere più competitivi, promuovendo gli interscambi tra le nazioni del Mediterraneo, ma con competenza e salvaguardando le tradizioni e l'identità di ogni singola nazione. In tal senso un ruolo centrale è rappresentato dagli chef ,gli unici con una reale competenza in termini di conoscenza delle materie prime e della loro trasformazione attraverso una cucina di tradizione o più evolutiva, ma pur sempre rappresentativa del territorio di origine. Insomma la figura dello chef ha in questo caso un ruolo prioritario, riconosciuto quale ambasciatore di sapori e gusto per le nazioni del Mediterraneo. La stessa centralità va riconosciuta ai collegamenti marittimi, che nei secoli hanno permesso gli interscambi commerciali tra le nazioni in questione. Non a caso quindi la location del congresso sarà una nave Tirrenia storica compagnia Italiana ,con base al porto di Napoli.


La serata di accoglienza agli chef è stata programmata il 12 Ottobre ,giorno della scoperta dell'America. In occasione del Columbus Days ci sarà infatti la cena di accoglienza con cinque chef Genovesi ai fornelli, in onore di Colombo e del grande risultato raggiunto, grazie alla sinergia tra due nazioni del Mediterraneo: Italia e Spagna. Dunque celebrando il risultato nato dell'interscambio di mezzi e competenza tra i due territori.

PER REGISTRARSI:
http://www.cookingcongress.com/registrazione-cooking-congress-2014.html
SITO INTERNET UFFICIALE:
www.cookingcongress.com

Per contatti Media, Chef e associazioni:
Luisa Del Sorbo
Cell: +39 3401617578 -info@cookingcongress.com -luisadelsorbo@30nodi.com

Per contatti commerciali: Alessandro Zingone
Tel: +39 08118631416-Fax 0818564274
sales@cookingcongress.com - www.cookingcongress.com




mercoledì 16 luglio 2014

Alla scuola di cucina "Dolce&Salato"di Maddaloni :"Festa di chiusura anno accademico"ARRIVEDERCI SCUOLA"....


Il 18 luglio alle 19 alla Dolce&Salato l’evento di fine corso “Arrivederci Scuola”
Termina l'anno accademico 2013/2014.Per fine corso un meeting serale, in cui salutare i corsisti e presentare il nuovo programma 2014/2015.Gli allievi hanno già un lavoro ,nelle tante strutture che credono nella formazione professionale della scuola "Dolce e Salato " .Tra le strutture ci sono: L’Albereta, Resort di Lusso in Franciacorta sul lago d’Iseo in provincia di Brescia, che vanta la consulenza di Alain Ducasse, Savoy Beach Hotel di Paestum, il Monastero Santa Rosa di Amalfi, Hotel Caiammari di Siracusa, Grand Hotel Vanvitelli di Caserta. Alle ore 19 del 18 Luglio, ci si confronterà, tra assaggi di tipicità e presentazione del nuovo programma formativo 2014/2015 della scuola di cucina.
Un programma ricco di novità ,commentano Peppe Daddio e Aniello Di Caprio ,con la conferma di corsi con docenti prestigiosi dalla cucina stellata e da osteria alla pizza gourmet e novità per il mondo delle carni e delle birre, con l’inserimento di corsi con nomi prestigiosi che sveleremo il 18 luglio.Alla serata interverranno dunque Giuseppe Daddio e Aniello Di Caprio per i saluti iniziali, Maurizio Imparato per il sistema di Crowfunding, Lucia Ranucci, responsabile Ept di Caserta, Gilberto Acciaio, Bier Sommelier laureato all’Akademie Doemens di Monaco e finalista ai mondiali della birra 2015, Mario Di Lunardo, produttore delle birre artigianali Saint John’s, Gabriella D’Ambrosi, assessore alla pubblica istruzione e formazione professionale alle provincia di Caserta. Conclude i lavori Vincenzo D’Antonio, giornalista esperto di gastronomia.

Istituto di Formazione Dolce & Salato SRL Ente accreditato Regione Campania
 Via Forche Caudine 141 - S.S. 26581024 Maddaloni
Tel. & Fax: 0823 – 436022
Cellulare G.Daddio: 347-5382766 Cellulare Aniello Di Caprio :335-1412187
Web site: www.dolcesalatoscuola.com
Email: dolceesalatoscuola@hotmail.com info@dolcesalatoscuola.com

Ufficio Stampa a cura di Luisa Del Sorbo
Team Gusto Mediterraneo
 Cellulare: 3401617578
Email :info@gustomediterraneo.it










                     




mercoledì 23 aprile 2014

A Giugliano ....Pub/Paninoteca Partenope Teminal....



 
A Giugliano in Campania,Partenope Terminal  ,dall'idea di due fratelli Salvatore e Gennaro ,con le rispettive consorti Alessia e Maria,nasce la paninoteca pub ,con tutti prodotti ,genuini e fatti come in casa. In questa paninoteca non esistono sott'olio conservati, non esistono patate surgelate.
 
 
 
 


 
Tanti i contorni che possono accompagnare l'ottima porchetta artigianale ,tanti i formati di panino e tante le varianti d farcitura.
 
 

 
Una vasta scelta di birre ,dai più svariati gusti. Situato nei pressi di una grande piazza ,fa si che si possa passare una serata tra amici ,in un posto confortevole .Salvatore (uno dei titolari) commenta: "Abbiamo immaginato un viaggio a Sud del mondo ,partendo da un Vesuvio tecnologico, attraversando i quartieri popolari con un treno che parte con le carrozze antiche e arriva nel futuro con un Freccia Rossa. Il passaggio dall'antico al nuovo senza mai perdere la tradizione. Prima fermata PARTENOPE TERMINAL.. punto di arrivo ,ma anche il punto di partenza." 

 
 
Paninoteca giovanile con ambiente caldo e accogliente che sicuro saprà conquistare ogni persona con la vasta scelta di stuzzicherie, panini di ogni tipo...
 
Partenope Terminal
Piazza Matteotti
80014 Giugliano in Campania (NA)
Per info e prenotazioni: 377 5492089
Facebook:"PARTENOPE TERMINAL"